Macchina Biologica

Indaco, Cristallo e Arcobaleno

Sicuramente avrai sentito parlare dei bambini Indaco, i bambini Cristallo e  quelli Arcobaleno. Se non ne hai mai sentito parlare, oppure se non ti è molto chiaro a cosa si riferiscano queste definizioni, potresti trovare interessante questo post.

In tutti gli ambienti esoterici e New Age si dà per scontato che ci siano delle ondate di esseri umani che nascono con lo scopo di cambiare la vecchia realtà e trasformare questo mondo di sofferenza e materialismo in un altro più spirituale e “illuminato”. Questi esseri vengono definiti generalmente come Lightworkers, “operatori della luce”, se vogliamo tradurre. Un Lightworker è una persona che percepisce intuitivamente che c’è bisogno di una grande opera di guarigione in tutto il mondo: il modello di vita attuale è disarmonico e nocivo sia per noi stessi che per il pianeta e la Natura. Questa sofferenza viene raccolta dalla nostra consapevolezza subconscia che ci porta a pensare che si debba fare qualcosa, e questo accade soprattutto a quelle generazioni che sono nate e cresciute nella società moderna che conosciamo.

Le nuove generazioni non sono più incatenate ai principi e modelli di quelli che hanno costruito questa società e si sono trovati imprigionati in essa: i principi a cui mi riferisco sono l’investimento di energia, l’atteggiamento mentale e la personalità costruita in un era differente, dove le informazioni erano decisamente ridotte. Ora queste generazioni possono vedere chiaramente il grande disegno in atto e tutto quello che non funziona. Non è un caso, per esempio, che un sondaggio tra gli americani sotto i 35 anni abbia rivelato che ben il 53% sono scontenti del sistema economico in cui vivono e che pensano che il socialismo sarebbe una buona cosa per la nazione (sebbene poi non sappiano definire bene che cosa sia, questo socialismo). In modo confuso forse, hanno però questa sensazione che il mondo debba essere aggiustato.

In realtà questa sensazione ce l’abbiamo tutti, perchè siamo tutti parte di questa rivoluzione spirituale, in quanto conseguenza della psiche umana collettiva. Per capire questo dobbiamo comprendere che siamo tutti connessi: cioè, il fatto è che ogni cosa è connessa con ogni altra cosa, compresi i nostri pensieri (sto leggendo il bel libro di Michael Talbot, “Tutto è uno”, sulla teoria dell’universo olografico, e te lo consiglio).
Il concetto di “conscio collettivo” è stato introdotto nel 1893 dal sociologo francese Emile Durkheim, che lo descriveva come una serie di credenze condivise, idee e comportamenti morali che agiscono come una forza unificante della società. Jung poi introdusse il concetto di “inconscio collettivo”, che è un fenomeno in cui tutte le menti subconscie dell’umanità sono connesse tra loro. Questa connessione ha creato la condizione ideale per dare vita ai Lightworkers come antidoto contro il virus che minacciava di distruggerci. Possiamo chiamarlo un meccanismo di difesa dell’inconscio collettivo, o una strategia di attacco che la psiche collettiva ha attivato per farci evolvere come specie (mica siamo dinosauri noi).

Così come le differenti generazioni vengono definite dalle varie scienze (Baby boomers, Generazione X, Millenials), così il movimento spirituale ha chiamato queste generazioni Indaco, Cristallo e Arcobaleno. E vediamo ora a cosa corrispondono.

I bambini Indaco sono nati tra gli anni sessanta e gli anni ottanta. Sono dei ribelli per natura e incapaci di conformarsi ai modelli disfunzionali della famiglia, della scuola e del mondo del lavoro. Sono spiritualmente dei guerrieri: si ribellano contro il sistema corrotto che governa la società e si esprimono attraverso le arti, la musica, il cinema e anche lo stile di vita della loro giovinezza. Tendono a sperimentare con sostanze psichedeliche per forzare l’apertura della loro mente. Tutto questo ha prodotto la creazione di nuove attività e invenzioni che hanno cambiato il mondo per sempre, per esempio internet.

I bambini Cristallo sono i figli di questa generazione e sono nati dal 1990 al 2000 circa. Sono intuitivi, spiritualmente consapevoli e appassionati di argomenti sovrannaturali. Hanno un’immaginazione e una creatività molto sviluppata. Comprendono facilmente le cose, sono empatici e però molto rilassati. Questa contraddizione emotiva li porta a consumare droghe, ad andare in analisi e di avere alti livelli ansiogeni, attacchi di panico e a volte seri problemi di salute mentale. Sono nati in un’epoca di transizione, dove l’umantà ha fatto un grande balzo tecnologico in un tempo brevissimo: in circa dieci anni sono passati da un mondo senza internet ad un mondo che non si può immaginare senza internet. Questo ha modificato il modo di vedere la realtà e sono stati costretti ad aumentare la loro consapevolezza molto velocemente. Ma sono forti e possono reggere, e continuano a vedere il mondo con uno sguardo puro. La purezza e la forza, unite all’immaginazione, li attraggono verso il fenomeno dei supereroi, che hanno idolatrato nell’infanzia.

I bambini Arcobaleno sono la nuova generazione, quella nata dopo il nuovo millennio. Sono moderni e tecnologicamente più avanzati delle altre generazioni perché sono nati in un periodo in cui gli esseri umani sono connessi come mai prima nella storia. Hanno avuto praticamente a disposizione ogni informazione disponibile mentre crescevano, bastava premere un pulsante. Sono felici e positivi e emanano questa gioia ovunque, utilizzando e producendo invenzioni, programmi e mezzi di comunicazione, perfezionando quelle sviluappate dalla generazione precedente. Sono come una boccata d’aria fresca e la loro positività li rende più liberi di ogni altra generazione della storia moderna. Amano viaggiare, non sopportano di essere legati ad una sola persona e non accettano i vecchi modelli convenzionali, che li fanno sentire in prigione. Sono come la luce: portano calore ma non possono essere catturati. La loro purezza li porta ad essere strenui animalisti e spesso vegan.

La differenza tra queste tre generazioni è questa: gli Indaco sono qui per distruggere quello che non funziona e fare da apripista per un mondo migliore; i Cristallo sono quelli che devono creare, sviluppare e costruire dei nuovi modelli che uniscano il meglio del vecchio e del nuovo; gli Arcobaleno sono qui per dare vita e sostegno al mondo migliorato in armonia con la Natura e il potenziale umano.
Tutte e tre queste generazioni (o archetipi spirituali, se vogliamo) devono lavorare insieme in modo che avvenga un vero cambiamento nello sviluppo dell’umanità futura. Tutte e tre sono aspetti dello stesso programma che abbiamo chiamato Lightworker, per portare luce al mondo.

E tu in quale colore ti riconosci?

Con amore,

Yel

 

Lascia un commento :

You Might Also Like