BLOG

La Grande Purga

Vedo che ci sta accadendo qualcosa di nuovo e strabiliante. Sentiamo nel nostro profondo che sta cambiando qualcosa, anche se con comprendiamo bene cosa sia. Ho raccolto un po’ di pensieri (o meglio, di intuizioni) su quel che ritengo stia accadendo.

In sintesi, stiamo spurgando il nostro corpo emozionale, che è quel corpo associato alla nostra interiorità, ovvero a tutti quei modelli emotivi che determinano le nostre preferenze per tutto: per quello che ci piace e quello che no, per come ci sentiamo con noi stessi e per come interagiamo con gli altri. In sostanza è dove si focalizza la coscienza umana, la quale – senza una conoscenza e una disciplina duramente applicata – è guidata da reazioni incontrollate e da desideri puramente egoistici.

Ricordo la metafora di Gurdjieff dell’essere umano come una carrozza trainata da un cavallo e guidata da un vetturino, e contenente un passeggero: il passeggero sarebbe l’essenza (l’anima), la carrozza il corpo fisico, il vetturino la mente e il cavallo, appunto, le emozioni. Gurdjieff aggiungeva che il passeggero sta nascosto e non si mostra, la carrozza è malandata e scricchiola, il vetturino è ubriaco e il cavallo è stato pestato fin da piccolo, ed è alquanto traumatizzato.
Mi sembra evidente che, se vogliamo passare al livello successivo nell’evoluzione umana, questo cavallo ha bisogno di essere guarito, cioè di eliminare tutti quei traumi che lo infestano da sempre, ed ecco perché questa purificazione è necessaria.

Il luogo principale in cui avviene la purificazione è il plesso solare, che raccoglie l’energia potente che sta investendo il nostro pianeta (e tutto il nostro sistema solare) già da un po’ di tempo e che, attraverso la nostra mente inconscia ci costringe a rivolgere la nostra attenzione ai blocchi che abbiamo trattenuto dentro di noi: i nostri modelli di comportamento, le nostre credenze, la nostra percezione del mondo esterno e tutti i traumi immagazzinati. Tutto quello che ha una vibrazione e una frequenza inferiore, basata sul dualismo, non può passare attraverso il cambiamento che il pianeta sta vivendo.

Il plesso solare è connesso al cuore e questo fa si che per molte persone sta accadendo che vi sia maggior compassione per ogni cosa e essere vivente: alcuni stanno cominciando a vivere dallo spazio del quarto chakra, quello appunto del cuore, e si stanno liberando del giudizio e dell’aggressione nei confronti degli altri, eliminando le proiezioni negative. L’empatia (la simpatia volontaria) che emana da questa compassione agisce su ogni situazione. Se una persona, per esempio, ha dei risentimenti nei confronti di un’altra, accade che cominci a vedere le cose in modo totalmente diverso, a sentire che c’è una pulsione positiva che sta sostituendo quella negativa, a vederla in modo più compassionevole.

Non è che vediamo il mondo a fiorellini rosa (e non a tutti sta accadendo questo, come ben vediamo dalle cronache), ma se ci accade di provare un’emozione negativa, siamo in grado di osservarla e uscirne molto più velocemente di prima. E questo accade perché stiamo cominciando a vivere la realtà dal punto di vista della Quinta Dimensione: stiamo integrando la nostra essenza (il passeggero nascosto) così che la personalità malandata (carrozza+vetturino+cavallo)) non sia più al comando.
Questo è un processo naturale dell’esistenza e ad ogni incarnazione ci troviamo comunque ad integrare sempre più la nostra essenza, ma in questi tempi il processo è assai più potente e veloce.
Da qui nasce il disagio, che non ci fa dormire la notte (continuo a sentire di persone che non riescono più a dormire, se non poche ore di seguito) e che ci permea con questa tensione di cui non comprendiamo l’origine.

Da un punto di vista astrologico ci stiamo distaccando dal velo che la nostra connessione con la Luna ha creato (Gurdjieff diceva che la Luna mangia energeticamente gli uomini). Le eclissi solari a cui assistiamo (ce n’è una parziale proprio tra oggi e domani, 5 e 6 Gennaio) operano per dissolvere questo velo, e per le persone che sono profondamente connesse con la coscienza della Terza Dimensione, questo produce parecchia confusione. Gli esempi di violenza e impazzimento generale ne sono una conseguenza.

Immagino abbiate notato come il nostro Sole sia cambiato: appare più luminoso e più bianco. Il motivo è che ci stiamo spostando, collettivamente, da un campo con carica elettrica (solare) ad un campo magnetico: è come se il Sole stesso si stesse rivoltando come un calzino, e questo è un processo che non può essere fermato. La frequenza superiore dell’anima scavalca l’archetipo mascolino dell’energia (la logica) e immette quello femminino (le emozioni), così che molti stanno sentendo decisamente le loro emozioni, tanto da, a volte, esserne sopraffatti.

Molti rimangono bloccati in questo processo, a causa del deposito immagazzinato di dolore, difficoltà e traumi e non riescono a comprendere che se ne può uscire solo con il perdono e l’amore. Queste parole non hanno alcun senso per loro, e non si rendono conto che invece è l’unica strada per uscire dalla matrix e dal sistema di controllo.

Per gli altri, quelli che hanno dato la priorità al lavoro da fare per integrare l’essenza, questo è invece un periodo di rilasci potenti. E’ il famoso “lavoro dell’anima”, quello che ci permette di vedere i nostri modelli inconsci, di superare gli inneschi emotivi, di rilasciare ogni cosa che è tossica per noi e di gestire i nostri pensieri in modo più libero.

La transizione in atto è organizzata in ondate, una dopo l’altra, e in questa fase, sicuramente più potente delle altre, le persone si stanno spostando verso una linea temporale che ha una vibrazione più alta. E quando si comunica con gli altri, si comunica dalla propria anima: ci si connette agli altri ad un livello più profondo e questo innesca in loro dei pensieri diversi e produce un risveglio generale.

Se vi sentite bloccati in qualche modo, o bisognosi di aiuto per affrontare questo periodo, non esitate a chiederlo: non state da soli lì a soffrire, siamo tutti in questa avventura, e qualcuno che può aiutarci lo possiamo trovare sempre.

Con Amore,

Yel

Lascia un commento :

You Might Also Like