Macchina Biologica

Senti i sintomi?

Il significato originale di “sintomo” è coincidenza, ovvero qualcosa che accade insieme, che coincide con un altro fatto, che può esserne l’effetto o il segno. E’ un termine usato per definire il fenomeno che accompagna una malattia, ma per estensione è anche un indizio, una circostanza, che accompagna qualsiasi altra cosa. In questo caso i sintomi di cui parlerò sono quelli legati a questa fase particolare e decisiva dell’Ascensione.

Come sempre faccio riferimento alla mia esperienza: primo perché è l’unica che veramente posso considerare e conoscere; secondo perché, visto che siamo tutti espressione dell’Uno, la mia esperienza è anche la tua, magari non perfettamente sincronizzata, ma presente in ciascuno di noi.

Se senti qualcuno o alcuni di questi sintomi devi auto-congratularti perché significa che hai cominciato a ricordare da dove vieni e che sei venuto a fare su questo pianeta, oltre che riconoscere che sei parte del tutto divino e connesso ad ogni cosa.  Questo fenomeno è il grande sintomo del risveglio e si manifesta semplicemente sapendo o sentendo intuitivamente che qualcosa di nuovo sta accadendo al tuo sistema corpo-mente-cuore. Senti di sentire in modo differente da prima, senti in modo strano: non rispondi più come facevi prima a stimoli e modelli fisici, emotivi, mentali o spirituali.

Ecco quello che sto notando nel mio sistema da qualche mese, con un’amplificazione accelerata nelle ultime settimane:

Una sensazione di tremolio e formicolio in specifiche parti del corpo. In particolare da una settimana lo sento nella zona del terzo occhio (tra le sopracciglia), e ha a che fare esattamente con l’apertura di questo chakra, segno che si sta riattivando dopo essere andato in letargo per molti anni (il terzo occhio è naturalmente aperto e attivo quando siamo bambini). Questo produce dei cambiamenti nella visione e nella percezione: per esempio si possono vedere dei flash o scintillii, sia chiari che scuri, nella visione periferica. A volte gli occhi sono secchi e prudono, a volte la visione è sfocata, come se si fosse circondati dalla nebbia. Altre volte si vede una sorta di luce o aura intorno a cose, animali e persone. Si comincia a vedere l’energia che permea tutto.

Il mio sonno si è completamente modificato. Sembra che non abbia più bisogno di dormire quando facevo nel passato. Penso dipenda dal fatto che la connessione con la fonte divina è più forte. Mi sveglio ripetutamente nella notte (a volte precisamente alla stessa ora 3:30) e sebbene non dorma più le normali otto ore, ho tutta l’energia che mi serve (e anche di più). Ho sentito da persone che sono più avanti nel percorso del risveglio che l’insonnia aumenta, per poi ad un certo punto regredire.  Mi capita anche di sudare molto e questo è un aggiustamento dell’aumento dell’energia.

Contemporaneamente, mentre dormo in modo discontinuo, sogno in continuazione e sto facendo i sogni più vividi e pazzi come mai nella mia vita. Solitamente mi trovo a risolvere situazioni e problemi, e lo faccio con una caparbietà assoluta. Non sono angoscianti ma sono pregni di attività. Sono lunghi e profondi, e assolutamente coerenti pur nella loro stravaganza. I personaggi che incontro arrivano da differenti situazioni e momenti della mia vita, comprese persone amate e decedute, personaggi storici e molti, moltissimi animali (stanotte c’erano le papere, che abbracciavo con amore).

Sento dei ronzii e dei fischi nell’orecchio sinistro, e questo è un sintomo molto comune nel processo di risveglio. Visto che la vibrazione energetica si sta alzando, sto cominciando a percepire il suono spirituale che ci circonda. Che è sempre stato lì, solo che me ne accorgo ora. Qualcuno che lo sente lo scambia per tinnitus, ma non lo è: bisogna comprendere che ogni cosa vibra e vibrando produce una frequenza, ovvero un tono. I toni più bassi arrivano dagli spiriti guida, quelli più alti dagli angeli; più alto è un tono più alta la frequenza dello spiriti. Non è che proprio mi parlino (o forse non sono ancora in grado di comprenderli) ma è un modo per entrare in sintonia con loro.

Un mesetto fa circa ho avuto per un paio di settimane un forte dolore al collo e alle spalle, senza una specifica causa di origine muscolare o ossea, che se n’è andata spontaneamente così come è arrivata. Per la verità ho cercato il significato di quel dolore in quella zona in metamedicina – come faccio sempre – e dopo aver preso coscienza dell’origine metafisica (si è trattata di un’umiliazione non risolta a livello inconscio) il dolore è scomparso. Questo fenomeno me lo spiego col fatto che i nostri involucri si stanno affinando e sono molto più sensibili rispetto a prima. So di persone che si stanno trascinando da parecchi mesi con dolori cronici. Il mio consiglio è di risalire alla causa spirituale che li provoca, prenderne coscienza e accettarla, e i dolori spariranno (sono fatti sempre di energia bloccata).

Sempre un mese fa ho fatto un elettrocardiogramma dal quale sono risultata con una leggera bradicardia, ovvero una riduzione della frequenza dei battiti cardiaci (sotto i 60 al minuto) e ogni tanto percepisco delle palpitazioni spontanee non dovute a esercizio fisico. A volte c’è una strana sensazione energetica intorno o dentro al cuore, e la zona del petto sembra pesante. Se tossisco si rimette a posto e tutto torna normale. Questo sintomo è connesso con l’apertura del chakra del cuore che produce altri interessanti sintomi a livello emotivo.

Il primo e più potente è questa partecipazione compassionevole a tutta la vita che mi circonda. Faccio sempre più fatica a giudicare gli altri e invece mi trovo spesso a comprendere e accogliere la loro diversità. In realtà riesco sempre meno a vedere il resto della manifestazione dell’esistente come separato da me. Questo produce un’accettazione tranquilla e paziente nei confronti degli altri. Capisco il loro punto di vista, e sebbene possa anche non condividerlo, non lo rifiuto ma lo integro nel tutto. Non c’è giusto, non c’è sbagliato: c’è solo quello che esiste.

Questo atteggiamento compassionevole ce l’ho anche, e soprattutto, con me stessa. Mi sto amando incondizionatamente e riesco ad affrontare quei rari momenti di sconforto e dolore con una forza amorosa che li accoglie e li comprende. E’ ovvio che facendo così queste sensazioni negative scompaiono dopo poco. C’è un grande dialogo interiore ma non è più incontrollato e casuale come il chiacchiericcio dell’ego: c’è una parte di me che sta prendendo il sopravvento che è in grado di ascoltare e rispondere in modo positivo e costruttivo a tutte le richieste che arrivano. Questo produce accettazione, pazienza, umiltà e tranquillità. E posso anche scriverne qui senza paura di sembrare presuntuosa.

Sto notando sempre di più gli animali e i bambini, e questo è uno dei sintomi più divertenti. Quando sono in giro e vedo, per esempio, i cani passeggiare spesso scoppio in una risata: i cani sono davvero buffi, ognuno ha il suo modo di muoversi e di guardarsi intorno, e li trovo irresistibilmente comici. Spesso mi si avvicinano senza paura e cominciano ad interagire con me. Anche questo è dovuto all’innalzamento dell’energia e penso mi vedano come un essere che non gli può arrecare danno. Stessa cosa con i bambini piccoli: spesso mi fissano, e se possono si avvicinano incuriositi. I bambini sotto i cinque anni sono ancora connessi con l’altra dimensione e sono molto intuitivi, quindi anch’essi possono percepire la mia energia e considerarla sicura e valida da conoscere. Anche loro mi fanno molto ridere, perché sono la cosa più felice che c’è.

Di converso sono diventata intollerante alla negatività. Intendiamoci, non è che la negatività di mi faccia diventare negativa, semplicemente la noto quando si presenta in persone, luoghi o cose. La sento discordante, come un gessetto sulla lavagna, e mi viene spontaneo disinteressarmene. Le tolgo la mia energia, il mio tempo, la mia attenzione. Naturalmente diventa difficile mantenere rapporti con persone o situazioni negative, soprattutto se li si vive in famiglia o nel luogo di lavoro, ma non è il mio caso e vedo che più me ne disinteresso, meno mi capita di percepirla.

Il mio desiderio di isolarmi, cominciato da parecchio tempo, non accenna ad esaurirsi. E’ proprio un’esigenza fisica quella di aver il mio spazio lontano dagli altri. Penso che questo sta accadendo non perché non amo gli altri, ma per avere tempo e spazio per conoscermi meglio. E sto notando che rispetto a prima sono diventata più forte in questo senso, se mi capita (e devo dire che mi sta capitando spesso) di essere in compagnia di altri o anche di trovarmi in una grande città piena di gente (cosa che prima mi terrorizzava energeticamente) non mi sento svuotata o attaccata. C’è sempre quella tranquillità che mi protegge.

Il tempo è molto variabile (e non mi riferisco a quello climatico). C’è una sorta di distorsione in atto che fa sì che a volte sembri accelerare e muoversi molto rapidamente, altre volte invece rallentare fino a quasi fermarsi. Se prima però avevo la sensazione che non ci fosse mai tempo abbastanza per fare le cose, questa sensazione di urgenza, di prepararsi e essere pronta per qualcosa che sta per accadere, si  trasformata nel suo opposto: c’è tutto il tempo necessario, anche perché il tempo realmente non esiste. Inoltre memorie antiche, dimenticate da tempo, stanno ritornando come fossero accadute ieri. Qualcuno dice che questo accade normalmente invecchiando, ma è più come un percepire il tempo come un continuum, qui nel presente.

La sincronicità e le coincidenze sono aumentate. Il fatto di essere più connessi con il risveglio fa sì che si diventa più attenti e consapevoli. Magari ho un pensiero che mi assilla e subito arriva la risposta non si sa bene da dove. Gli spiriti comunicano principalmente in questo modo. In realtà non esistono le coincidenze: sono sempre segni che hanno l’intenzione di guidarci. I numeri per me sono molto importanti e sono aumentate in modo esponenziale le sequenze che si ripetono nell’arco di ogni giornata. L’effetto che mi fanno è quello di sentirmi guidata e confermata. Insieme a questo c’è una maggiore capacità intuitiva: non ho bisogno di cercare risposte perché già le so.

Tutto questo che ho scritto mi fa sentire in connessione con il Divino e con l’Amore Incondizionato. Vivo momenti di gratitudine e di profondo apprezzamento per la vita; sento che sono aumentate la pace, la chiarezza, la comprensione e la compassione. Arrivano rivelazioni profonde su di me e sull’esistente, un senso di Unità e di Interconnessione con la natura, le persone, gli animali, l’universo…
Ho la percezione di non potermi più disconnettere da tutto questo, e anche se dovesse accadere qualcosa che considero negativo, so che la mia esperienza di risveglio continuerà a crescere proprio attraverso la realtà che vivo.

E tu li senti i sintomi?

Con Amore,

Yel

 

Lascia un commento :

You Might Also Like