Sogni e Risvegli

Ci sono così tante cose che stanno accadendo in questo periodo che diventa spesso complicato capire “quando stiamo antanto“, come diceva Quelo. Le voci e le teorie che si possono trovare in rete sono contrastanti: per alcuni il salto che Gaia sta facendo è troppo veloce e cercano di aggrapparsi allo status quo, a quello che conoscono; per altri invece il salto è una conferma di antichi miti e leggende e porta la speranza per un futuro migliore.

Osservando e ascoltando gli esseri umani con cui entro in relazione in effetti sto vedendo come ci sia una sorta di divisione o di separazione in due grandi blocchi o correnti. Da una parte ci sono quelli che non riescono a gestire bene questa nuova potente energia che li percorre e  si sentono straniti e nervosi, in preda a una serie di sbandamenti che li fanno vacillare e dubitare di ogni cosa. Così facendo non riescono a mantenersi centrati e radicati e possono diventare facilmente vittime di abbagli e incomprensioni che arrivano a sfociare nella depressione o nella sua espressione attiva, ovvero la rabbia.
L’altro gruppo invece si muove in maniera opposta e lo fa principalmente affidandosi a questa energia implacabile, non opponendo alcuna resistenza e, in pratica, accettando consapevolmente tutto quello che gli accade e ricevendo in cambio una grande forza e serenità.

Naturalmente tutto questo accade dentro il sistema della matrix, che è progettato per mantenerci nel dubbio, nella paura e nella separazione e che quindi non facilita assolutamente l’affidamento necessario per saltare insieme a Gaia nella dimensione superiore in cui sta entrando. Lo vedete da voi che il sistema si sta sgretolando e, come tutte le belve morenti, sta menando colpi di coda in ogni direzione, o piuttosto sta cercando di ammorbarci, attraverso i media controllati, con uno stato permanente di violenza e paura, ché in realtà la violenza non sta aumentando in questo mondo anzi sta diminuendo, come le statistiche affermano. E poi basta che ci guardiamo intorno, e intendo intorno nel vicinato: state per caso vivendo sulla vostra pelle episodi di violenza in aumento? Penso di no. E’ solo una questione di cosa vogliamo utilizzare come fonte della nostra conoscenza e interpretazione della realtà.

E la fonte più affidabile ora è quella che è sempre stata: l’energia. Una volta che passiamo all’energia come origine principale dell’informazione sulle cose, il luoghi e le persone, ecco che un mondo totalmente nuovo si apre davanti ai nostri occhi. E’ sempre lo stesso mondo, ma siamo noi ad interpretarlo in modo differente. Cominciamo a vedere oltre il camuffamento della verità operato dalla matrix: percepiamo i campi energetici e le risonanze che essi hanno con noi: ogni cosa e persona si mostra per quello che è realmente. Iniziamo ad operare col potente sistema dell‘intuizione, che è quella che ci fa sentire istintivamente bene o male vicino a certe persone o in certi luoghi. L’intuizione è l’apertura del terzo occhio. Non aspettatevi di vedere colori fantasmagorici o visioni da lsd: siamo sempre nella terza dimensione con i nostri occhi materiali, mentre il terzo occhio opera in una dimensione più sottile, ma è molto più affidabile della normale vista.

Gli strumenti che abbiamo per potenziare questa vista e espandere la nostra consapevolezza sono sempre gli stessi: il primo è la meditazione, che apre le porte della percezione, come diceva Aldous Huxley, e incoraggia lo scorrere dell’energia attraverso il nostro sistema mente-corpo-spirito. Con la meditazione creiamo delle nuove sinapsi nel cervello, che sono nuovi modi di interpretare e comprendere la realtà che ci sta intorno.

Poi la deprogrammazione dagli algoritmi della matrix, evitando l’informazione dei media controllati (tv e stampa, ma anche musica e produzioni “artistiche” vuote e finte) e il sistema di induzione consumistica, che comunque è in crisi a causa dell’impoverimento, indotto a sua volta, dell’economia. Buffa questa cosa: il potere non aveva pensato che impoverendoci avrebbe accelerato il nostro distacco dalla matrix e costretti a ricreare un sistema alternativo di supporto reciproco!

Infine l’utilizzo della rete come fonte di informazioni verificabili: anche qui è importante basarsi sul proprio istinto quando ci avviciniamo alle informazioni e persone che incontriamo lì, come faremmo in un qualsiasi luogo fisico sul pianeta. Ma principalmente su internet incontrete delle persone comuni e non certamente quelle delle elites al potere. Sentite l’energia che emana e vibra da loro, dalle fonti e dalle informazioni: ascoltate con cosa risuonate.

Seguite il vostro sesto senso, non la narrativa che il sistema propina alla massa. Ascoltate le storie, i sentimenti e le esperienze delle persone che incontrate in rete, come nella strada: più condividiamo più saremo in grado di comprenderci. Siate gentili con gli altri ma soprattutto con voi stessi. Riassicurate il vostro ego spaventato dal cambiamento, non lasciatelo guidare i vostri sentimenti e azioni. Ascoltate la vostra pancia, il plesso solare, il vostro Sé Superiore. Insieme a lui si sono tanti spiriti guida che vogliono aiutarci. Ascoltate i loro suggerimenti facendo attenzione a tutti gli episodi di sincronicità che accadono, agli incontri con i nostri amici messaggeri animali, alle sequenze numeriche, ai sogni sempre più vividi e simbolici.

Perché il brutto sogno che ci hanno fatto credere fosse la realtà sta finendo e ci stiamo risvegliando.

Con amore,
Yel

 

 

 

Pubblicato da

Avatar