Gaia non è gaia

Gaia è ferita.
Gaia è arrabbiata.
Gaia non ne può più.

Ha ricevuto il massimo della dose di tossine con cui gli umani l’hanno avvelenata.
E’ stata scavata fino all’inferno.
E’ stata stuprata del suo olio e del suo gas naturale.

La sua terra è stata orribilmente sfruttata dall’allevamento.
Da decenni i suoi animali urlano straziati.
Da decenni i suoi alberi e le sue piante strillano aiuto.… Leggi il resto...

A proposito della donna infernale

Il concetto latino del nomen-omen: “il nome è un presagio”, “un nome un destino”, “il destino nel nome”, “di nome e di fatto” si dice derivi dalla credenza dei Romani che nel nome della persona fosse indicato il suo destino. Ma funziona anche al contrario, ovvero nomina qualcosa con un certo nome e il nome-simbolo caricherà la cosa con un certo tipo di energia.

Leggi il resto...

Ancora sul maschio e la femmina (e il resto)

Tratto da “La fusione degli opposti” di Saint Germain. (pp.88 e seguenti)

“(…) Ora, c’è molto da dire sulla mascolinità e sulla femminilità nella vostra società. Nel corso di eoni di tempo, su questo piano, quello che è di natura mascolina è diventato potente, sebbene non potente quanto la femminilità.
Eoni fa fu accettato sia dal maschio che dalla femmina che lo scopo della femmina fosse quello di compiacere l’essenza sovrana, il maschio.… Leggi il resto...

Transpiritualità 1

Questo testo, insieme ad altri che pubblicherò, sono tratti da un libro intitolato “Transgender Spirituality: Man into Goddess” (Spiritualità Transgenere: Uomo in Dea), scritto da Sakhi Bhava* e pubblicato nel 2012. Posso dire che sottoscrivo ogni singola parola di questo primo paragrafo.

“Mi ricordo un episodio della mia infanzia. Fu un semplice incontro che però crebbe come una rivelazione così potente da cambiare la mia vita.… Leggi il resto...