Il Grande Salto

Lunedì 21 Dicembre 2020 sarà, come al solito, un lunedì, con la consueta sensazione di fatica e scazzo che i lunedì hanno sempre avuto, a parte quando sono festivi.
E’ però un lunedì che segna l’avvio della settimana natalizia che, se pur in questi drammatici tempi in cui viviamo, dovrebbe essere un po’ più leggero.
Ma non sono queste le ragioni di questo post: c’è ben altro che comincerà a dispiegarsi.… Leggi il resto...

Ma chi credi di essere?

Siamo ciò che crediamo di essere.
Benjamin N.Cardozo

Credilo o no, ma noi tutti siamo essenzialmente dei creatori di realtà.
Siamo frammenti o estensioni di ciò che puoi chiamare dio, tao, universo, fonte, ecc. e in quanto esseri divini, creiamo e modifichiamo ogni giorno la nostra realtà personale (e, insieme agli altri, quella collettiva) attraverso i pensieri e le emozioni di cui facciamo esperienza.… Leggi il resto...

La Grande Purga

Vedo che ci sta accadendo qualcosa di nuovo e strabiliante. Sentiamo nel nostro profondo che sta cambiando qualcosa, anche se con comprendiamo bene cosa sia. Ho raccolto un po’ di pensieri (o meglio, di intuizioni) su quel che ritengo stia accadendo.

In sintesi, stiamo spurgando il nostro corpo emozionale, che è quel corpo associato alla nostra interiorità, ovvero a tutti quei modelli emotivi che determinano le nostre preferenze per tutto: per quello che ci piace e quello che no, per come ci sentiamo con noi stessi e per come interagiamo con gli altri.… Leggi il resto...

Amarsi un po’ (di più)

Se siamo d’accordo sul fatto che la nostra esperienza qui, su questo pianeta, ha come ultima  finalità quella di amare e accettare gli altri senza condizioni, allora per poter procedere in questa direzione, abbiamo prima bisogno di amare e accettare noi stessi. Questi che seguono sono sette passi per farlo.

1. Aver fiducia nella propria percezione.
“Percepire” viene dal latino “Per Cipere/Capere”, ovvero “raccogliere”.… Leggi il resto...

Michele l’Intenditore (parte II)

A gentile richiesta, più che altro da me stessa –perché non mi piace lasciare le cose in sospeso (come disse il trapezista senza pantaloni) – ecco la seconda parte dell’articolo sugli Insegnamenti di Michael (Michael Teachings). La prima parte è sempre lì dove l’ho messa, cioè qui. E’ possibile che ne scriva ancora una terza parte, e magari anche una quarta, perché mi sto rendendo conto che la massa di informazioni è veramente importante, per poterne fare solo una rapida sintesi.… Leggi il resto...