Il Drago e la Paura

Come al solito, quando accade qualcosa di importante che rischia di aprire nuovi squarci sul sistema corrotto e maligno in cui viviamo, ecco che arriva un attacco terroristico dell’ultimo grido, quello sulle quattro ruote che falcidia qualche malcapitato pedone per le strade delle metropoli occidentali.

Il giorno prima è stata annunciata la morte di David Rockefeller, l’ultimo discendente vivente della terza generazione dell’infame dinastia dei Rockefeller, capo indiscusso delle tredici famiglie della cabal e responsabile di innumerevoli malvagità nei confronti della razza umana e del pianeta.… Leggi il resto...

La Guerra Nascosta

C’è una guerra in atto. Per la verità di guerre in giro per il mondo ce ne sono sempre tante, ma la guerra di cui parlo è diversa: è un conflitto nascosto, che avviene in background, come quei programmi dei computer che operano senza che l’utente se ne renda conto. Questa è una guerra di energia, una guerra di frequenze che agiscono su diverse dimensioni.… Leggi il resto...

Profondo Nero

Il colore è un potere che influenza direttamente l’anima.
(Wassily Kandinsky)

Ieri sera una mia amica, in previsione di una serata di gala, mi ha detto che si sarebbe vestita con: una canotta nera, un paio di fuseaux neri e un lungo abito scollato, anch’esso nero. Perché, si sa, il nero è raffinato, elegante e slancia. Quasi tutte le donne vestono spesso di nero, e infatti se si entra in un negozio di abbigliamento, la quantità di capi di vestiario in questo colore è esageratamente preponderante.… Leggi il resto...

La paura rende liberi: le profezie naziste

Per quanto possa sembrare incredibile c’è questa organizzazione elitaria fatta di leaders del mondo degli affari e della politica, che ha mantenuto la popolazione terrestre in una schiavitù economica camuffata da democrazia. L’elite di questa organizzazione è composta da alcune famiglie che risalgono all’antica Babilonia o anche prima, che conoscono perfettamente quanto sia importante il controllo delle vibrazioni delle emozioni umane.… Leggi il resto...

Il mi piace non mi piace

Quando frequentavo la dura e meravigliosa scuola di arti performative  Lispa, a Londra, visto che ogni giorno c’era da prendere qualche decisione collettiva – ed eravamo più di settanta, se pur divisi in gruppi di venti circa – avevamo introdotto il sistema dell’agitare le mani, per sveltire i processi decisionali. Per ogni mozione o proposta, ognuno di noi, se d’accordo, alzava entrambe le mani e le agitava nell’aria.… Leggi il resto...